Il dolce stil novo

Risultati immagini per il dolce stil novo

Il “dolce stil novo”

Il termine “stil novo” deriva da Dante, che nel
XXIV canto del Purgatorio definisce così un nuovo
tipo di poesia, affermatasi a Firenze tra il 1280 e il
1330

Il termine dolce stile fa riferimento alla forma, ad
un ideale artistico di armonia, di compostezza,
che emerge dalle scelte linguistiche e stilistiche
dei poeti.
Dolce in particolare fa riferimento al fatto che la
sintassi è piana, semplice, cioè il lessico non è
oscuro, aspro, ma musicale, raffinato; le
immagini scelte sono ispirate ad una elegante
semplicità
Novo è un termine che manifesta la polemica
nei confronti della poesia precedente, sia quella
siciliana che quella toscana

Il movimento nasce a Bologna con iniziatore Guido Guinizzelli, ma avrà la sua massima fioritura presso gli ambienti più raffinati di Firenze tra il 1280 e il 1310. Il manifesto di questa nuova corrente poetica è la canzone di Guinizzelli, “al cor gentil rempaira sempre amore“, che esplicita le caratteristiche della donna intesa dagli stilnovisti, che poi sarà proprio il cardine di questa corrente. L’origine dell’espressione è da rintracciare nella Commedia dello stesso Dante, più precisamente, nel canto XXIV del Purgatorio. Questa corrente segue e contrasta, grazie ad una visione innovativa dell 545d38f ‘amore, la precedente corrente della Scuola Siciliana. Dante desiderava vede lo Stil Novo come il culmine del processo iniziato dai Siciliani, ma al contempo, vorrebbe rompere questo legame in modo da valorizzare l’originalità e la novità del nuovo stile (da qui l’aggettivo “Novo”). Il pubblico sarà ora molto selezionato e ristretto, proveniente dalla nobiltà feudale e dagli strati intellettuali più elevati. Gli stilnovisti, infatti, si considerano una cerchia eletta che trova nella propria superiorità culturale e raffinatezza spirituale le ragioni di un prestigio sociale, non più dipendente dalla nobiltà di sangue ma solo da quella dell’animo (detta “gentilezza”). A differenza di quanto avveniva nei canzonieri siciliani, nei testi stilnovisti si trovano i nomi delle donne amate, come ad attestare un impegno autobiografico: la Beatrice di Dante, la Selvaggia di Cino, la Giovanna di Cavalcanti. Ognuno dei poeti cerca di rappresentare la propria vicenda amorosa come qualcosa di esemplare.

Gli autori

I principali esponenti di questa corrente sono quasi tutti toscani: Dante AlighieriGuido CavalcantiCino da Pistoia e Guido Guinizzelli, considerato precursore del movimento. Di questi Dante e Cavalcanti hanno dato il maggiore contributo. Questi appartengono ad una cerchia ristretta di intellettuali, essi costituivano un’aristocrazia, non di sangue, ma di nobiltà d’animo. Fortemente radicata in questi autori è la concezione che per produrre poesie d’amore siano necessarie conoscenze scientifiche e teologiche. Questi fondano la loro superiorità sulla cultura, intesa come conquista individuale, e formano un gruppo di intellettuali che non coincide più con una corte, ma che vive nella civiltà cittadina.

Guido Guinizzelli

L’iniziatore di questa poetica fu il bolognese Guido Guinizzelli. Quello che, però, impedisce di collocarlo entro le coordinate dello stilnovismo è la mancata partecipazione all’ambiente culturale, l’estraneità rispetto alla cerchia degli “avanguardisti” toscani di pochi anni dopo. Questo fu elogiato da Dante per ben due volte nel suo De vulgari eloquentia per la lingua e lo stile; Dante “lo incontrerà” anche nel canto XXVI del Purgatorio nominandolo “padre di tutti i poeti”.

Guido Cavalcanti

Il tema amoroso è vissuto come insostituibile opportunità di nobilitazione per il soggetto ma, soprattutto, come devastante esperienza tragica: l’amore è l’esperienza più radicale e complessa dell’anima ed è l’unica in grado di esaltare l’identità individuale del soggetto. Lo sdoppiamento della personalità è la conseguenza inevitabile di una simile condizione, l’amore è una minaccia per la vita stessa del soggetto: ne risulta la trasformazione dei temi del saluto e della lode. L’incontro appare apportatore di distruzione, piuttosto che di salvezza, la figura della donna è veicolo di un’esperienza a tal punto radicale da risultare non rappresentabile, se non nei suoi effetti devastanti.

Lo stile

Questa corrente rinnova il trobar leu, in contrapposizione al trobar clus guittoniano, fondando uno stile poetico caratterizzato da rime dolci e piane, segnate da una profonda cantabilità del verso. Era necessario un volgare illustre il più possibile elevato e puro e insieme musicale e melodioso. La struttura metrica più usata è la canzone, considerata la forma più elevata di espressione. La dimensione unitaria di questo movimento si rivela nello stile, che si manifesta nel gusto comune di drammatizzare la propria vicenda interiore, di rappresentare la realtà esterna in modo attutito, di ascoltare la propria coscienza eccetera.

Risultati immagini per dolce stil novo caratteristiche

I temi

L’amore

Per gli Stilnovisti l’amore non si basa più su un semplice corteggiamento, diventa un’elevazione spirituale.

Il poeta registra i modi in cui questo sentimento così potente “agisce sull’anima”. L’amore innalza e nobilita l’uomo, lo avvicina a Dio. Le rime nuove non hanno più come centro la sofferenza dell’amante, ma le celebrazioni delle doti spirituali di questo.

Risultati immagini per dolce stil novo caratteristiche

La donna angelicata

Il nuovo concetto di amore porta ad un nuovo concetto di donna: una donna che si evolve verso la figura di donna-angelo. La donna non è più rappresentata solamente come una dama e apprezzata per la sua bellezza, ad essa vengono attribuiti i caratteri di un angelo e quindi rappresentata come un’intermediaria tra l’uomo e Dio. Questa è in grado di purificare l’animo dell’amante, essa viene raffigurata come la salvezza spirituale: un suo solo saluto viene tradotto come salvezza spirituale per chi lo riceve.

Risultati immagini per dolce stil novo caratteristiche

E per saperne di più, qui:

http://www.letteraturaitaliana.org/dolcestilnovo.html

Il dolce stil novo

http://www.2la.it/letteratura/411-dallamor-cortese-al-dolce-stil-novo/

Annunci